Calendimaggio di Assisi

Il Calendimaggio è una festa tradizionale che si tiene nella cittadina umbra di Assisi il primo giovedì, venerdì e sabato di maggio, successivi al 1° del mese, si tratta di una manifestazione molto antica, legata a leggende ed avvenimenti del passato.

La festa ha il suo momento culminante nella gara tra le due fazioni del paese, quella della Parte di Sopra, con il nome di Nobilissima e quella della Parte di Sotto, con il nome di Magnifica che, per mezzo di cortei in costume d'epoca, rappresentazioni e rievocazioni, si sfideranno per ottenere la vittoria, rappresentata naturalmente da un Palio dipinto.

A decretare la vittoria di una parte sull'altra vengono chiamati alcuni esperti di grande carisma e fama: un musicologo, un personaggio dello spettacolo ed uno storico, che vanno a costituire la giuria che, dopo aver assistito alle varie rappresentazioni messe in atto dai partecipanti alla gara, avrà l'arduo compito di stabilire il trionfatore.

La festa comincia nella giornata di giovedì, quando il banditore, raggiunta la piazza principale della cittadina dichiara l'inizio del Calendimaggio, successivamente si assiste alla benedizione dei Vessilli, le benedizioni sono due distinte, quella per la parte di sotto avviene nella Basilica di San Francesco, quella per la parte di sopra nella Cattedrale di San Rufino, in seguito il sindaco consegnale chiavi della città al Maestro de Campo, che è colui che custodisce il prezioso Palio e si assiste ad alcune rappresentazioni, in lingua antica o in dialetto, inscenate dalla parte che ha vinto il Calendimaggio l'anno precedente.

Il venerdì, essendo questa festa dedicata alla stagione primaverile, viene eletta Madonna Primavera, vi partecipano 10 giovani ragazze cinque per parte, e la vincitrice sarà decretata dalla parte che avrà vinto la gara medievale, che prevede il tiro alla fune, il tiro con la balestra ed altre sfide tipiche del periodo medievale, poi si assiste ad altre rappresentazioni, questa volta effettuate dall'altra parte, quella che aveva perso l'anno precedente.

Il Sabato è la giornata conclusiva dell'evento, si assiste a sfilate di cortei in maschera, rappresentazioni ed infine alla tanto attesa esibizione dei cori, alla fine della quale la giuria, dopo aver osservato tutte le precedenti rappresentazioni di giovedì e venerdì, si ritira per decidere chi sarà il vincitore, che riceverà dal Maestro de Campo, dopo la declamazione di una formula antica, il Palio.

Come ogni manifestazione tradizionale anche il Calendimaggio ha un origine antica, la manifestazione nasce infatti con lo scopo di riportare invita le tradizioni e le usanze del passato, con i riti per la primavera e l'usanza di cantare per il Maggio, festeggiando questo mese con cori e balli.

Questi eventi sono giunti fino ai nostri giorni anche grazie ai racconti che riguardavano la vita di San Francesco e nel corso dei secoli hanno subito cambiamenti ed aggiunte che oggi le rendono così interessanti ed affascinanti.

La sfida trale due parti della città fa invece riferimento ad un evento storico, nel corso del 1300 infatti, la città di Assisi, dopo un periodo di intenso sviluppo, vide la formazione, al suo interno di due opposte fazioni che cominciarono a farsi la guerra, anche con lotte violente.